Notizie solidali


NEWSLETTER N°16 – Ottobre 2012


Osservatorio CIE

IN PRIMO PIANO

ARCIPELAGO CIE
I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE ED ESPULSIONE IN ITALIA

I CIE garantiscono il rispetto della dignità e dei diritti fondamentali dei migranti trattenuti? A quattordici anni dall’istituzione dei CPTA/CIE, quali sono la rilevanza e l’efficacia dell’istituto della detenzione amministrativa nel contrasto dell’immigrazione irregolare?

Che cosa sono i CIE ?

Dal 2004 MEDU porta avanti il programma Osservatorio sui centri di identificazione ed espulsione (CIE) per immigrati con lo scopo di valutare le condizioni sanitarie dei migranti trattenuti, l’accesso alle cure e agli altri diritti fondamentali. Nel corso del 2012 i team di MEDU hanno visitato 6 CIE.


OSSERVATORIO


Foto: MEDU (CIE di Lamezia Terme)


FOTO RACCONTO DAL CIE DI LAMEZIA TERME

DALLA DENUNCIA DI MEDU ALLA PROPOSTA DEL SINDACO DI LAMEZIA TERME
Nel mese di settembre 2012, MEDU entra nel CIE di Lamezia Terme, provincia di Catanzaro. Durante la visita gli operatori hanno realizzato le immagini fotografiche presentate in questo foto racconto.

Dopo la denuncia di MEDU, il sindaco di Lamezia Terme ha scritto al Ministro dell’Interno per chiedere di convertire il CIE della sua città da centro di reclusione in centro di prima accoglienza, di solidarietà e di integrazione degli immigrati.

Vedi Fotoracconto
Leggi Articolo

ESPRIMI LA TUA OPINIONE

Sulla proposta del sindaco di Lamezia Terme di trasformare il CIE in Centro di solidarietà e di integrazione degli immigrati

PARTECIPA SU

Facebook
Mail


TESTIMONIANZE

Foto: MEDU (CIE di Lamezia Terme)


I CIE, LA SALUTE E LA DIGNITÀ UMANA:
LA STORIA DI OMAR

La vicenda di Omar e della sua malattia rientra nella drammatica quotidianità di tante altre storie di immigrati che, come lui, hanno vissuto la reclusione all’interno di un CIE. Omar ha poco più di trent’anni, viene dall’Africa occidentale ed è stato trattenuto nel CIE di Ponte Galeria a Roma.

Leggi la testimonianza





Foto: MEDU (CIE di Roma)


MADE IN CIE (PONTE GALERIA)

Le donne cinesi trattenute difendono la propria dignità e si auto organizzano producendo borse con lenzuola e forchette di plastica.
Uno degli aspetti più frustranti all’interno dei CIE è la scarsità di spazi e di attività ricreative …

Leggi articolo

AUDIO TESTIMONIANZA
di una giovane donna trattenuta al CIE di Ponte Galeria



ANALISI

Foto: MEDU (CIE di Bari Palese)


ANALISI DEI DATI NAZIONALI COMPLETI DEL 2011 SUI CIE

I dati nazionali 2011 sui CIE forniti dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno e pubblicati nel Rapporto di MEDU confermano come queste strutture, oltre ad essere del tutto inadeguate a garantire la dignità e i diritti fondamentali dei migranti trattenuti, si dimostrano, nei fatti, pressoché irrilevanti e scarsamente efficaci nel contrasto dell’immigrazione irregolare.

Leggi Rapporto




APPUNTAMENTI

11 ottobre 2012 Viterbo Auditorium Università della Tuscia
Medici per i diritti umani partecipa al XII Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina delle Migrazioni
Il Coordinatore generale MEDU Alberto Barbieri presenta il programma “l’Osservatorio sull’assistenza socio-sanitaria per la popolazione migrante nei CIE”